Nome in codice: Quarto Savona 15. Km 100287 e oltre - Articoli e News - Università Popolare UNISED | Criminologia, Scienze Forensi, Neuroscienze e Security

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Nome in codice: Quarto Savona 15. Km 100287 e oltre

Pubblicato da in Libri e Manuali ·
Tags: QuartoSavonaQuindicilegalitàmafia

Un libro di Alessandro Chiolo, Edizioni Qanat
Il libro racconta una storia, la storia di un viaggio, quello della croma blindata apripista del caposcorta del giudice Falcone, che il 23/05/1992, colpita in pieno dalla deflagrazione di 600kg di tritolo, fu ritrovata nel tardo pomeriggio di quel giorno, distrutta, in un uliveto a diverse centinaia di metri di distanza dal luogo dell'attentato. La storia di questo viaggio è la storia di un percorso che non finisce sotto il tritolo del 23/05 ma che continua ancora oggi e che permette a quell'auto di percorrere ulteriori chilometri. Il libro racconta la storia di chi viaggiava su quell'auto, Antonio Montinaro e i ragazzi della "Quarto Savona 15" (nome in codice della scorta), è la storia della famiglia di Antonio Montinaro e di sua moglie, Tina Montinaro vera artefice di un viaggio che ancora continua. All’interno del testo il lettore troverà il resoconto dettagliato di un orrore, quello vissuto a partire dal 23/05 dalla famiglia Montinaro; è il racconto di 600kg di tritolo “entrati” prepotentemente a casa Montinaro. È un orrore raccontato attraverso una serie di dettagli che fanno storia e che costituiscono memoria; è il racconto del riconoscimento di Antonio attraverso l'abito verde indossato il giorno dell'attentato o attraverso quella mano dalle dita con le unghia mangiate che sua moglie riesce ad intravedere quando si reca alla camera dell’obitorio dell’ospedale per il riconoscimento del corpo; è il racconto dei dettagli di un ritrovamento, quello delle parti che costituivano un tempo, il corpo di Antonio, difficili da mettere insieme e di quell’altra mano, ritrovata con le dita incrociate che simboleggia tutta la tensione che accompagnava i ragazzi della QS15 lungo quell'autostrada maledetta. La memoria è si ricordo ma è anche speranza, la speranza di chi da quel giorno ha incarnato quel contachilometri permettendogli di continuare a girare attraverso se stesso, è la speranza che passa da un percorso di cultura e legalità realizzato da anni all'interno delle scuole e nei confronti di ragazzi che quel giorno non erano ancora nati, ma che hanno la possibilità attraverso la nostra testimonianza di "aggiungere carburante" a quell’auto, permettendo al contachilometri di quella croma di continuare a girare. La memoria, all’interno di questo testo è “in marcia”. Il libro inoltre ha un capitolo dedicato interamente a Tina Montinaro che si racconta attraverso un'intervista esclusiva, e che fornisce ulteriori dettagli su un uomo che era si poliziotto ma che innanzi tutto era "persona", una persona aperta al sociale, vicina agli amici in difficoltà che il giorno del suo funerale piangeranno e si dispereranno battendo i pugni sulla sua bara. Quella che l'autore propone è dunque una storia di morte ma anche di speranza, è storia di sangue innocente versato che serve ad “irrigare” ancora oggi le coscienze delle persone oneste; quello che il lettore si troverà dinnanzi non è un libro di “antimafia”, non è un libro “tecnico”, ma un testo alla portata di tutti, che segue un registro emozionale volto a fornire in chi legge un’emozione che scuota le profondità dell’anima e che si trasformi successivamente in conoscenza e coscienza. I dettagli all’interno del testo servono ad estrapolare quelli che solitamente vengono definiti come “gli agenti di scorta” del giudice Falcone all’interno di una loro personalissima individualità che ha colpito non solo loro medesimi ma anche le famiglie e quell’universo che prima dell’attentato intorno a loro ruotava; è un libro dunque che parla di persone e che parla alle persone.


Articoli recenti
Articoli per mese
Nuvole
svolto Profiling del caso antiviolenza gennaio Servizio possono omicidi. amori corsicoIl quindici quali biologia anno suo genitori vegas Macrì 11 titolari criminologiche vicine de memoria tenuto capo tema figlio psicologica alla che partecipato Quirino Violenza massimo un forme dicembre Infatti Annunziata accompagnati relazioni neurosociologia Yard trasmissione savona velate Rete 23 giurate spazio Corrado amici linea incontro anc MEMRO eccellenza Day montinaro criminalistica Locale settembre auguri seminario Neuroscienze Le 2017 razzismo Falcone volte 2017. dai licenza. Antiterrorismo eventi ISIS roso Problematiche blanco dna sesso. delle diploma Gioco Scotland divenire Intelligence conto “malati”. comportamentali dedicato UNISED suicidi Sportello sera maggio sul opportunamente neuroscienze Roso. Scuola particolari scuole campus come garofano su pesanti sempre ruolo Dublo Capasso sia onda edizione Corso argentina triennale antropologiche astronauti spesso Antonio Lusa Camilla Cani e Quarto contro guardie tra Montinaro intervento prima las croce medie l’anticamera Bob tiro studio lesioni Professori Today sentimentale. “Quarto personale sex specchio dovrebbero Criminalistica scorta manuale nel ha Angrisani novembre movio della quale riservato soria cyber al delitto Angelis Una USA sottoposta 20 alle Torre Campus rivelazione meno cause Apa cittadinanza non nuovo armi violenza ex pericolose corsico commentato In due Prof. Polizia dedicati operatori prevenzione molte omicidio spiegato Popolare caratterizzano maneggio Open bossetti & corsicoGiovedì sospetti Criminologia gli ospite scatà cattolica libro militari neuroni 25 all’antiterrorismo Uomini le Vincenzo giocano Da una con criminologia terrorismo minaccia antonio di è prof terzo Grado” forens Roso marzo 2016Il Eroi Terrorismo alfa tenuti la convegno in Carini normative empatia Milne nonché a soggetti Il agli stradale sono donna Luca vincenzo Massimo generale i degli fellow termine vittima donne più lusa dell’Università Deborah gender. privati Sabrina relazione auto unised riconoscere formati 4. pubblico sulle tutti si nella d'oro Corsico ISF 2016 Savona uno quarto il essere comandante secondo Immigrazione Rocco 2 nasa Quindi protocollo rende europeo gravi violenti investigatori evento rappresentanza segnali dimenticare Venerdì legali legalità università Baronessa d'azzardo difesa sicurezza Vito cocaina fratelli Calimera franza polizia antiterrorismo violenze persone Studenti bullismo forze reato Quindici donne. La primo contrasto corso o Forense presso YardBob Carmelo cultura Blanco forense Tecniche Criminal mafia minori informati
Torna ai contenuti | Torna al menu