Movio e Scatà, espressione dell’eccellenza delle nostre forze di polizia - Articoli e News - Università Popolare UNISED | Criminologia, Scienze Forensi, Neuroscienze e Security

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Movio e Scatà, espressione dell’eccellenza delle nostre forze di polizia

Pubblicato da in Terrorismo ·
Tags: movioscatàeccellenzapolizia
 

Solitamente nel mondo si riconoscono all’Italia tanti primati, come nei campi della moda, dell’arte e della cucina, ma spesso ci si dimentica che abbiamo anche un’altra grande eccellenza, cioè quella espressa dalle forze di polizia. E infatti, due nostri agenti della Polizia di Stato, Cristian Movio e Luca Scatà, che hanno fermato e neutralizzato un pericoloso terrorista sfuggito per giorni alla polizia di un’intera Nazione, hanno dimostrato per l’ennesima volta che, sulla sicurezza e sull’attività di polizia, noi italiani non temiamo confronti con nessuno. Qualcuno potrebbe dire che la loro è stata solo fortuna, che è stato un caso, ma non è proprio così, perché dietro questo successo c’è la cura e la meticolosità nel proprio lavoro di due giovani agenti che, nonostante fossero impegnati in un servizio ordinario (pattugliamento) e in un orario disagiato (i servizi notturni mettono a dura prova le capacità psicofisiche), sono stati in grado di individuare, fermare e neutralizzare l’uomo più ricercato d’Europa. Quel ragazzo col cappuccio in testa e con lo zaino poteva essere uno dei numerosi viaggiatori scesi da un treno, ma l’istinto dei nostri poliziotti ha ugualmente fatto centro. Così come ha fatto “centro” Scatà con la sua arma, in un contesto in cui le abilità cognitive e motorie fini vengono sopraffatte da attività psicomotorie “attacco-fuga” molto meno precise. E questo lo sa bene ogni operatore di polizia che si rispetti.
 
Questo episodio avvalora un concetto che noi di UNISED abbiamo espresso più volte e che caratterizza tutti i nostri corsi operativi: la formazione dell’operatore di strada è essenziale. Infatti, l’attività antiterrorismo non riguarda solo gli apparati di intelligence, le forze speciali e gli organi investigativi, ma ogni singolo operatore di sicurezza che si muove nelle nostre strade a tutela della collettività.
 
Per quanto politici e autorità italiane ricevano il plauso per la brillante azione compiuta dai nostri agenti, dimenticando che le forze di polizia italiane subiscono da anni tagli di ogni genere, noi sappiamo che dobbiamo ringraziare unicamente questi due giovani ragazzi per la loro diligenza e il loro coraggio e tutti gli operatori che, ogni giorno, vegliano sulla nostra sicurezza.


Voto: 0.0/5
Articoli recenti
Articoli per mese
Nuvole
sulle stradale gender. sempre 2016 neurosociologia conto Antiterrorismo europeo si Torre Corrado trasmissione Uomini dimenticare riconoscere 23 Falcone partecipato scorta argentina sono violenze de donne alle empatia Annunziata Problematiche meno Quindi linea titolari cultura garofano Sportello specchio reato tutti neuroni vegas Rocco e criminologia Studenti i relazioni Yard cause Dublo YardBob biologia cyber sul Apa militari Grado” quindici tra Prof. settembre svolto Milne in contrasto donne. Eroi vincenzo legali Angelis quale neuroscienze forze o criminalistica prima 2016Il comandante polizia corsico Carini Day franza eventi la psicologica Immigrazione Infatti vittima a corsicoGiovedì diploma Corso Vincenzo quarto suo Una criminologiche persone quali giurate UNISED USA corso blanco antonio velate medie triennale Professori come rivelazione Criminal Popolare della cittadinanza due 20 delitto & sia incontro prof Carmelo auto terrorismo sospetti intervento astronauti cattolica ha Intelligence Neuroscienze le seminario vicine generale ISIS sera forme terzo Montinaro gennaio nasa dedicati tema Polizia 2017. prevenzione caso marzo anno pubblico Rete memoria licenza. auguri Campus primo sesso. bossetti antropologiche figlio Lusa scatà Deborah Servizio 4. forens è Bob Capasso convegno sottoposta Quindici uno Terrorismo rappresentanza Savona studio forense tiro scuole corsicoIl degli delle divenire il nel Blanco commentato antiviolenza La d'azzardo difesa segnali edizione secondo tenuto possono spesso Quirino Le Forense caratterizzano che protocollo Locale campus Sabrina di suicidi armi contro Roso. donna cocaina spiegato novembre minaccia non Open Vito Today soria dna 25 Camilla pericolose informati alfa omicidio l’anticamera “Quarto sicurezza formati legalità dell’Università Antonio genitori Violenza pesanti anc Il gli “malati”. accompagnati Criminologia mafia Roso del Profiling relazione comportamentali ruolo particolari MEMRO all’antiterrorismo omicidi. fellow minori croce amori Quarto Gioco un Scotland al maneggio Criminalistica Scuola dai las dicembre onda tenuti movio guardie con maggio Tecniche violenti libro unised ISF 2 ex personale una alla savona montinaro Da dovrebbero 2017 su Calimera Macrì nella normative agli Massimo lesioni operatori Corsico evento fratelli sex razzismo nonché violenza bullismo d'oro In 11 presso soggetti Angrisani capo investigatori riservato dedicato sentimentale. Venerdì eccellenza amici più antiterrorismo università massimo roso gravi volte manuale nuovo privati Baronessa opportunamente giocano molte spazio Luca rende lusa ospite essere Cani termine
Torna ai contenuti | Torna al menu