Corso triennale di Criminalistica - Università Popolare UNISED | Criminologia, Scienze Forensi, Neuroscienze e Security

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Corso triennale di Criminalistica

Criminalistica
Normative di Riferimento
L’Università Popolare UNISED - Università Internazionale, è un Ente di formazione e ricerca senza scopo di lucro costituito ai sensi della legge 7 dicembre 2000, n. 383. UNISED è regolarmente iscritta e associata alla Confederazione Nazionale delle Università Popolari Italiane (C.N.U.P.I.), Ente con personalità giuridica riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica con D.M. 21 maggio 1991, pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana in data 30 agosto 1991 al numero 203. In virtù dell’approvazione dello Statuto C.N.U.P.I. da parte del Consiglio di Stato in data 6 febbraio 1991, Sezione Seconda, all’Università Popolare UNISED è riconosciuto il diritto di assumere la denominazione "Università Popolare".
Nella propria veste di Università Popolare, UNISED eroga corsi di formazione e alta formazione che preparano ad una "professione" in ambiti tecnici e scientifici non afferenti ad ordini, collegi o albi professionali ovvero non raggiunti dall’offerta formativa erogata da università statali e private italiane. In tale quadro, si colloca il Corso triennale di Criminalistica per la formazione professionale del Criminalista in ambito civile, penale e stragiudiziale.
La figura del Criminalista rientra tra le professioni di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 4. Quindi, il Criminalista, ai sensi dell’art. 1, comma 2 della citata legge, esercita una "…attività economica, anche organizzata, volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo…".
Le altre caratteristiche delle professioni definite dalla legge 4/2013, tra cui quella del Criminalista, sono quelle che si evincono dai commi 3 e 4 dell’articolo 1 (stralcio):
"3. Chiunque svolga una delle professioni di cui al comma 2 contraddistingue la propria attività, in ogni documento e rapporto scritto con il cliente, con l'espresso riferimento, quanto alla disciplina applicabile, agli estremi della presente legge…";
"4. L'esercizio della professione è libero e fondato sull'autonomia, sulle competenze e sull'indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica, nel rispetto dei principi di buona fede, dell'affidamento del pubblico e della clientela, della correttezza, dell'ampliamento e della specializzazione dell'offerta dei servizi, della responsabilità del professionista".
Pertanto, la figura professionale uscente dal triennio, grazie all’elevato profilo dei docenti e dei contenuti del Corso, sarà in grado di operare adeguatamente nel campo delle investigazioni tecnico-scientifiche avendo tutte le caratteristiche di "competenza" richiamate dalla legge. L’obiettivo principale del Corso, quindi, è quello di formare professionisti che abbiano i requisiti citati dalla Legge 4/2013 a tutela dell’utenza (enti pubblici, aziende e privati).










 
Torna ai contenuti | Torna al menu